Mutuo per ristrutturazione prima casa

Guide

Comprare la prima casa è uno degli obbiettivi che si propongono tutti coloro che hanno raggiunto la propria indipendenza.

Perché pagare l’affitto per lunghi periodi, è come perdere dei soldi senza alla fine ritrovarsi nulla di concreto. Spesso però quando si trova la casa dei propri sogni.

Non sempre è tutto perfetto come sembra, ci sono sempre degli aggiustamenti e delle ristrutturazioni da fare, sopratutto se si compra una casa che ha un bel po’ di anni alle spalle, o se si sceglie di comprare una casa grezza ancora da terminare.

In questo caso, se si desidera una casa che necessita di lavori, bisogna richiedere alla banca un mutuo prima casa con ristrutturazione

Come ottenere un mutuo prima casa con ristrutturazione

Le banche non concedono i mutui, anche se per la prima casa, a tutti. Innanzi tutto, valutano la storia bancaria del cliente, quindi in caso siate al momento protestati e segnalati al Crif, non vi sarà possibile accedere a un mutuo per l’acquisto della casa.

Se non avete mai avuto problemi con i pagamenti e con le banche, potete provare a richiedere il mutuo per la prima casa più ristrutturazione, solo se avete i seguenti recquisiti:

-Contratto di lavoro a tempo pieno e indeterminato (da più di un anno)

-Nessun altro finanziamento, prestito o mutuo in corso

-La rata non deve superare più del 30-35% dello stipendio

-Storia creditizia pulita, nessun protesto o segnalazione crif.

-In alcuni casi, un secondo garante, o un altro immobile a garanzia del mutuo

Se avete questi recquisiti con molta probabilità potrete richiedere un prestito per la prima casa e aggiungere anche un finanziamento per la ristrutturazione.

I documenti che servono per richiedere il Mutuo prima casa

Quando si cerca di ottenere un mutuo prima casa con ristrutturazione ci si deve presentare in banca con diversi documenti in grado di documentare l’acquisto.

Innanzi tutto dovrete presentare alla banca:

-L’ultima dichiarazione dei redditi, riferita all’anno precedente
-Il contratto di lavoro a tempo indeterminato
-Le ultime buste paga
-La visura catastale della casa che dovete acquistare
-L’agibilità della casa che dovete acquistare
-La perizia di valutazione del valore della casa (in caso non la facciate voi, ci penserà il perito della banca a valutare il valore dell’immobile)

Questi sono i documenti necessari che dovete presentare per la richiesta del mutuo, nel caso non ne siate in possesso prima di andare in banca vi conviene procurarveli perché altrimenti la banca non può valutare in alcun modo se concedervi o meno il mutuo.

I documenti per richiedere un finanziamento per la ristrutturazione

Quando poi si tratta di un mutuo prima casa con ristrutturazione, i documenti da presentare alla banca aumentano esponenzialmente.
Infatti, dovete presentare anche i vari preventivi e i vari lavori che sono necessari per la ristrutturazione, oltre che provvedere al consulto con un geometra che vi realizzi un documento per la richiesta delle modifiche strutturali da effettuare, che possa poi essere presentato al comune di competenza. Il documento in questione è chiamato DIA, denuncia d’inizio attività)

I documenti per ottenere il mutuo più ristrutturazione della prima casa sono:

-I preventivi dei vari professionisti che svolgeranno i lavori all’interno della casa
-Il preventivo dei costi dei materiali
-Il preventivo da parte delle società per l’allaccio di luce, gas e acqua
-La DIA (denuncia d’inizio attività) registrata presso il comune

Come ottenere l’erogazione del mutuo per la prima casa e per la ristrutturazione

Una volta consegnati tutti i documenti in mano della banca, saranno loro a decidere se sono disposti o meno a dare la cifra che richiedete. Innanzi tutto la banca solitamente da l’80% del valore dell’immobile, o l’80% dell’intero importo che si necessita calcolando anche le spese di ristrutturazione.

Se si ottiene un mutuo prima casa più ristrutturazione sappiate, che la banca, erogherà prima il valore della casa per permettervi l’acquisto. Solo dopo l’effettivo acquisto della casa la banca erogherà anche l’importo della ristrutturazione che si era precedentemente concordato.

Una cosa molto importante, una volta deciso di chiedere la ristrutturazione per la vostra prima casa, è di effettuare realmente tutti i lavori che avete segnalato nel computo metrico dei lavori.

Questo perché, una volta segnalati i lavori, durante questi, un perito della banca sarà incaricato di controllare lo stato di avanzamento dei lavori, questo controllo è volto proprio ad avere la certezza da parte della banca che i fondi che sono stati concessi sono stati utilizzati realmente per lo scopo dichiarato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.